<b>GP Nuvolari 2018. In 300 sulle strade di Tazio</b>

GP Nuvolari 2018. In 300 sulle strade di Tazio

Prospettive diverse

Fiat 508C "Nuova Balilla 1100"
Fiat 508C “Nuova Balilla 1100”

Per la “seconda” volta di Ciclo Otto sulle strade del GP Nuvolari abbiamo deciso di spostarci da piazza del Campo in Siena. La splendida piazza senese è un richiamo fortissimo per questa gara, ma l’esperienza dello scorso anno, con un numero notevolissimo di persone, non ci aveva fatto assaporare appieno la bellezza delle vetture.

Il percorso anche per quest’anno faceva tappa in Piazza Grande ad Arezzo, con una simpatica sosta ristoro a base di vin santo e biscotti prima del controllo a timbro al termine della piazza.

La scelta è stata particolarmente felice. Complice la splendida giornata di sole e il nutrito (ma non eccessivo) pubblico, il passaggio si è tramutato in una festa dei motori, con le vetture ad attraversare la piazza tra sorrisi dei gentlemen drivers ed entusiasmo degli ammiratori. Il calore è stata una costante per i drivers di vetture chiuse, in un settembre davvero torrido, con gli equipaggi spesso costretti a ventagli di fortuna con i documenti di gara.

Splendide vetture e vip alla guida

Miki Biasion sulla Alfa Romeo 1900 CSS
Miki Biasion sulla Alfa Romeo 1900 CSS

Elencare le auto presenti sarebbe un banale esercizio, vista la quantità e la qualità del parco partenti. Ci piace sottolineare l’importante presenza di vetture Lancia, con Aprilia, Aurelia, Appia (anche in versioni Zagato) a sottolineare il fortissimo legame tra piloti e appassionati e questo marchio che sta passando un periodo decisamente travagliato, e la presenza di alcuni vip drivers di caratura, tra cui il grande Miki Biasion, al volante di una splendida Alfa Romeo 1900 CSS, che si è addirittura fermato in piazza ad Arezzo, scendendo dall’auto per scattare una foto con i fans.

Per tutto una bella carrellata della giornata e delle auto, ecco il nostro servizio, dal neonato canale youtube Ciclo Otto a cui vi consigliamo di mettere un like.

 

<b>Stefano Ricci Heritage Trophy</b>

Stefano Ricci Heritage Trophy

Sabato 8 e domenica 9 settembre Firenze ospiterà lo Stefano Ricci Heritage Trophy

Palazzo Pitti e la magia delle auto storiche

Stefano Ricci Heritage Trophy
Stefano Ricci Heritage Trophy

Con il patrocinio della casa di moda Stefano Ricci, Firenze e palazzo Pitti tornano ad ospitare un concorso d’eleganza. Dopo le due edizioni del “Alla Corte dei Medici”, quest’anno grazie alla collaborazione della maison fiorentina, l’evento si arricchisce  con una nuova formula.

Verranno esposte 40 vetture distinte in due categorie: Eleganza, con vetture del calibro di Lancia Astura, Talbot-Lago, Alfa 6C Villa d’Este e Lamborghini Miura e categoria Sport con vetture che hanno parteciapto alle Mille Miglia agonistiche. Tra queste Ferrari 250 MM, 166MM e 500 Mondial Spider e Fiat 8V.

Tra le categorie verranno decretate le due “Best of” che verranno premiate nell’annuale evento benefico Celebrity Fight Night promosso dalla fondazione Andrea Bocelli e da Mohamed Alì Parkinson Center.

 

 

<b>Rheila Golf: quando la GTI corre davvero</b>

Rheila Golf: quando la GTI corre davvero

Una caramella, una rana verde e un bolide che sfreccia per le strade tedesche. La curiosa storia della Golf Rheila.

Il rospo in gola?

VW Golf GTI 16VS Rheila Replica
VW Golf GTI 16v S Rheila Replica

Per il campionato tedesco rally 1981, l’ex presidente di Volkswagen Motorsport Klaus Peter Rosorius decide di schierare alcune Volkwagen Golf GTI nel campionato nazionale rally per esaltare le qualità meccaniche e tecniche della sportiva di Wolfsburg. Una delle vetture viene affidata alla coppia Alfons Stock e Paul Schmuck, due giovani piloti, che si presentano alla partenza della stagione come una scommessa nella scommessa.

Concluso il primo rally con un buon terzo posto, Rosorius riesce a trovare un nuovo main sponsor per i piloti: è Rheila, casa produttrice di liquirizie e caramelle per la tosse. Ispirati dal nuovo sponsor, la vettura di Stock e Schmuck viene colorata con i colori Rheila: un verde brillantissimo. Sulle fiancate lo slogan dell’azienda: “Gegen Frosch im Hals”. In tedesco sarebbe “contro la rana in gola”, traducibile con il nostro “contro il pizzicorino in gola” o “contro il rospo in gola”.

Nasce così la storia del bolide verde, la vincente rana tedesca.

 

I successi della rana verde

La VW Golf Rheila 

VW Golf GTI 16v S Replica Rheila
VW Golf GTI 16v S Rheila Replica

La storia sportiva del bolide verde nasce e muore nel corso del magico 1981 in cui la rana, pur non vincendo nessuna delle gare in calendario, ottiene costantemente ottimi piazzamenti. In un campionato combattutissimo, in cui correva anche il grande Walter Röhrl su Porsche 924 GTS (sarà campione del mondo l’anno successivo con l’Opel Ascona) Stock e Schmuck riescono a conquistare la vittoria finale. E’ la consacrazione, in terra tedesca della Volkswagen Golf GTI.

L’anno seguente, la Rheila non riuscirà a bissare il successo, battuta dall’arrivo della nuova regina Audi Quattro.

L’impresa della Golf Rheila e lo slogan della rana verde rimarranno comunque impressi nella memoria collettiva tedesca e hanno rappresentato, fino all’avvento delle Polo WRC l’apice della carriera rallistica della casa di Wolfsburg (Dakar a parte). Le immagini di questo articolo ritraggono la splendida replica realizzata da Romei Sport Team Historic per la partecipazione ai rally storici del campionato europeo.  Vettura in configurazione 16 valvole, riprende fedelmente lo spirito della “Rana” 1981.