<b>Automotoretrò 2019 – Al lingotto, “punti” dallo Scorpione</b>

Automotoretrò 2019 – Al lingotto, “punti” dallo Scorpione

La 37 esima edizione di Automotoretrò al Lingotto di Torino non ha deluso le aspettative. Doveva e voleva essere una fiera con dedica a Carlo Abarth e il pubblico non è sicuramente rimasto deluso

Ciclo Otto, l’anteprima e 70 Scorpione

Stand 70 Scorpione
Stand 70 Scorpione

Dopo la conferenza stampa di presentazione ci siamo catapultati negli stand della fiera (aperta fino a domenica 3 alle ore 19) entrando direttamente nel padiglione 5 dove era allestita la splendida esibizione “70 scorpione” con una magnifica parata di vetture Abarth Fiat, con sugli scudi le 595 e 695 su meccanica Fiat 500 e le straordinarie 850 TC e 1000 TCR su meccanica Fiat 600.

Oltre a queste, straordinaria la Fiat Abarth 1300 OT (su meccanica Fiat 850) e l’eccellente Simca-Abarth 2000, presentata in un inusuale nero opaco.

Da non perdere inoltre lo stand di FCA Heritage, che faceva eco all’esposizione principale esibendo vetture Abarh di gran livello

Giorgio Pianta e i club ufficiali

Lancia Trevi Bimotore
Lancia Trevi Bimotore

Anche per Torino, grande dispiegamento di presenze per i club, anche se, a mia percezione, con una presenza minore rispetto ai precedenti eventi. In particolare, molto bello lo stand Autobianchi, che  festeggiava i 50 anni della A112 con una selezione di vetture con vari allestimenti (basE, Elite e Abarth) e bellissimo lo stand di presentazione del libro sul compianto Giorgio Pianta che faceva sfoggio di una creatura fortemente voluta dal grande pilota, la one-off Lancia Trevi Bimotore.

I commercianti: pezzi rari e fuoriserie

Fiat 500 N America
Fiat 500 N America

Come spesso accade, le sorprese a Torino sono venute principalmente dai commercianti. Alcune vetture inusuali ci hanno conquistato, in particolare una bellissima Fiat 500 N America, dotata dei fari Sealed beam, una fiammante Fiat 1100 Allemano, con la sua linea americaneggiante. Poi, sparse negli stand (da visitare minuziosamente per cercare offerte e vetture ) una Abarth SE 037 progenitrice della Lancia 037 da Rally e sempre per Lancia, la seconda Delta Integrale Evo Cabrio, di cui conoscevo solo la nobile sorella (identica in color argento) posseduta da Gianni Agnelli.

Che dire, grazie Torino e al prossimo anno con l’edizione numero 38.

 

Ecco la nostra fotogallery:

« 1 di 3 »
<b>Arezzo Classic Motors 2019 – Nel segno della continuità</b>

Arezzo Classic Motors 2019 – Nel segno della continuità

Come da tradizione, Arezzo Classic Motors apre la stagione dell’auto classica italiana. L’evento aretino, che dedica molto spazio alla ricambistica, ospita due interessanti padiglioni alle auto classiche, con un piccolo spazio esterno dedicato ai commercianti. In questa edizione del 2019 si conferma come un evento interessante con alcune esposizioni tematiche degne di nota.

Vediamo quali sono state le cose più interessanti della fiera toscana

Registro Storico Fiat e i 30 anni della Ritmo

Fiat Ritmo Cabrio 70S
Fiat Ritmo Cabrio 70S

All’ingresso del primo padiglione auto, la gradita accoglienza del Registro Storico Fiat, che presentava, oltre ad un a bellissima Fiat 1500 6C, una splendida selezione di Fiat Ritmo, vettura ceh nel corso del 2018 ha festeggiato i suoi primi 30 anni.

In esposizione 5 vetture,  dalla 65CL base, fino alla 130TC seconda serie, passando per le versioni cabrio e Turbo Diesel.

Un’interessante retrospettiva per una vettura che, seppur dal limitato valore collezionistico, ha un posto nel cuore di tanti automobilisti.

Le “Gemelle diverse”

Fiat Dino Coupé - Spider
Fiat Dino Coupé – Spider

Più interessante la mostra “Gemelle diverse” organizzata dal Club Saracino, che ha presentato un’interessante esposizione di vetture accomunate dalla stessa meccanica, declinata in carrozzerie differenti. Il caso forse più interessante, oltre alla splendida accoppiata di Abarth 1000 affiancate (due estremi, dalla Barchetta agonistica alla coupé Record Monza di Zagato), è stato il confronto fra le Fiat Dino Coupé e Spider, con la prima disegnata da Bertone e la seconda creata dalla mano di Pininfarina.

Sicuramente un’idea e un’esposizione che ha catturato l’interesse del pubblico e che è stata l’evento clou della due giorni di Arezzo

Proposte dei commercianti

Austin Healey 3000
Austin Healey 3000

La sezione dei commercianti ha presentato un discreto numero di vetture, con prezzi medi. Come da tradizione, interessantissima lo stand di Chianucci che ha mostrato un gran numero di vetture Simca, tra cui una bellissima 1200 S Coupé, vettura realizzata da Bertone, offerta a 29.000 euro, una Simca 1301 Break e un gran numero di Simca 1000 in versione Rallye 2 e 3.

Nella sezione esterna della fiera, tra vetture più o meno anonime, spiccava una Austin-Healey 3000 BN7, una mosca bianca nel parcheggio esterno, in vendita a 58.000 euro.

Per chiudere, come sempre, la nostra super gallery di immagini dalla fiera. Al prossimo anno Arezzo

« 1 di 4 »

 

<b>Auto d’Epoca – Gli eventi di Gennaio 2019</b>

Auto d’Epoca – Gli eventi di Gennaio 2019

Passate le feste di fine anno, il 2019 riparte col botto, con un gennaio denso di eventi motoristici da non perdere.

Ripartono le fiere: Arezzo Classic Motors e Automotoretrò

Arezzo Classic Motors
Arezzo Classic Motors

Non ci dilungheremo molto su Automotoretrò e Automotoracing, evento che si svolgerà quest’anno dal 31 gennaio al 3 febbraio, in quanto dedicheremo nelle prossime settimane una presentazione ad hoc dell’evento.

Arezzo Classic Motors è la fiera toscana che apre come di consuetudine la stagione delle mostre/scambio ed è sempre una buona occasione per vedere qualche bel pezzo e trovare ricambi interessanti, in un periodo, quello invernale, sempre un po’ arido di eventi ufficiali. In programma alla fiera di Arezzo (Largo Spallanzani 23,  Arezzo) nel weekend 12-13 gennaio con orari 8,30 – 19,00 (domenica l’evento chiude con un’ora di anticipo, alle 18) ci attendono 3 padiglioni espositivi per auto moto e ricambistica.

Ad attenderci ci sarà un’interessante focus su A112 Abarth a cura Scuderia Chimera Classic, mentre il Club Saracino presenterà un’esposizione con coppie di vetture realizzate con la stessa meccanica e carrozzerie diverse, a sottolineare l’estro dei carrozzieri, ospitando interessanti confronti tra cui spicca quello tra Fiat Dino coupè e Spider. Altra presenza d’eccezione, quella del Registro Storico Fiat, che mostrerà una selezione di Fiat Ritmo spaziando dalla basic 65 fino all’eccezionale 130TC Abarth

Prezzo di ingresso immutato rispetto allo scorso anno: 12 Euro.

Ciclo Otto sarà presente anche quest’anno in fiera nella giornata di domenica 13.

Winter Marathon: l’inverno della regolarità

Winter Marathon a Madonna di Campiglio
Winter Marathon a Madonna di Campiglio

Gennaio significa Winter Marathon. La gara, giunta alla 31a edizione prenderà il via da Madonna di Campiglio il 24 gennaio per concludersi sabato 26 con la premiazione al Centro Congressi / PalaCampiglio.

Il gruppo di temerari drivers si affronterà su un rinnovato percorso di 420 km percorrendo ben 11 passi dolomitici, da fronteggiare tra le insidie di neve e freddo. Il programma della gara è disponibile sul sito ufficiale Winter Marathon