<b>Asta Pandolfini: luci, ombre e conferme</b>

Asta Pandolfini: luci, ombre e conferme

I risultati dell’asta Pandolfini del 29 maggio confermano le tendenze con molti lotti non assegnati nel gran caldo di villa la Massa in Firenze.

BMW a metà: niente Batmobile, venduta la roadster anni ’30

BMW 327/28 - 1938
BMW 327/28 – 1938

Molte delle vetture più attese hanno deluso le aspettative. Nessun compratore per le italiane Lancia Aprilia Cabriolet (1939) (lotto 6 – telaio 39-3750) e per la singolare Fiat 1100 TV Pininfarina (lotto 18 – telaio 168695).

Anche l’unica e principale auto moderna dell’asta, una splendida Alfa Romeo 8C Competizione, non è riuscita ad ottenere un’offerta degna del suo valore e blasone.

Si è invece diviso il destino delle due favolose BMW offerte. Mentre la BatMobile,  BMW E9 3.0 CSL (lotto 21 – telaio 2275484) non ha trovato un compratore, miglior sorte ha avuto la sorella maggiore, la splendida roadster BMW 327/28 1938, (lotto 22 – telaio 74301) assegnata in sala per 200.000 euro.

Questi i principali riscontri visti in sala, in attesa delle comunicazioni ufficiali di Pandolfini, con un discreto numero di appassionati accorsi, ma con pochi reali compratori.

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *