<b>Automotoretrò 2019 – Al lingotto, “punti” dallo Scorpione</b>

Automotoretrò 2019 – Al lingotto, “punti” dallo Scorpione

La 37 esima edizione di Automotoretrò al Lingotto di Torino non ha deluso le aspettative. Doveva e voleva essere una fiera con dedica a Carlo Abarth e il pubblico non è sicuramente rimasto deluso

Ciclo Otto, l’anteprima e 70 Scorpione

Stand 70 Scorpione
Stand 70 Scorpione

Dopo la conferenza stampa di presentazione ci siamo catapultati negli stand della fiera (aperta fino a domenica 3 alle ore 19) entrando direttamente nel padiglione 5 dove era allestita la splendida esibizione “70 scorpione” con una magnifica parata di vetture Abarth Fiat, con sugli scudi le 595 e 695 su meccanica Fiat 500 e le straordinarie 850 TC e 1000 TCR su meccanica Fiat 600.

Oltre a queste, straordinaria la Fiat Abarth 1300 OT (su meccanica Fiat 850) e l’eccellente Simca-Abarth 2000, presentata in un inusuale nero opaco.

Da non perdere inoltre lo stand di FCA Heritage, che faceva eco all’esposizione principale esibendo vetture Abarh di gran livello

Giorgio Pianta e i club ufficiali

Lancia Trevi Bimotore
Lancia Trevi Bimotore

Anche per Torino, grande dispiegamento di presenze per i club, anche se, a mia percezione, con una presenza minore rispetto ai precedenti eventi. In particolare, molto bello lo stand Autobianchi, che  festeggiava i 50 anni della A112 con una selezione di vetture con vari allestimenti (basE, Elite e Abarth) e bellissimo lo stand di presentazione del libro sul compianto Giorgio Pianta che faceva sfoggio di una creatura fortemente voluta dal grande pilota, la one-off Lancia Trevi Bimotore.

I commercianti: pezzi rari e fuoriserie

Fiat 500 N America
Fiat 500 N America

Come spesso accade, le sorprese a Torino sono venute principalmente dai commercianti. Alcune vetture inusuali ci hanno conquistato, in particolare una bellissima Fiat 500 N America, dotata dei fari Sealed beam, una fiammante Fiat 1100 Allemano, con la sua linea americaneggiante. Poi, sparse negli stand (da visitare minuziosamente per cercare offerte e vetture ) una Abarth SE 037 progenitrice della Lancia 037 da Rally e sempre per Lancia, la seconda Delta Integrale Evo Cabrio, di cui conoscevo solo la nobile sorella (identica in color argento) posseduta da Gianni Agnelli.

Che dire, grazie Torino e al prossimo anno con l’edizione numero 38.

 

Ecco la nostra fotogallery:

« 1 di 3 »

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *