Alfa Romeo Giulia 1300 (1965)

The Classic Car Challenge (#tccchallenge) results for the Alfa Romeo Giulia 1300 (1965) game!
Join the game on the @ciclootto Instagram Stories

View this post on Instagram

The minor Giulia The Alfa Romeo character, only in reduced way (and price). Introduced a couple of years after its sister 1600, the 1300 feature the smaller 1.3 liter engine, evolution of the Giulietta TI unit, but feature the same Alfa character with near 80 HP and the same great car dynamic. What' more has changed? Reduced equipment (note the absence of the reverse light on the first pict) and that single headlamp couple that makes it more quite instead of the frowning expression of the 1600 with the double headlights with different diameter. Nice Verde Muschio (AR 601) color for a 1965 car spotted at the Mostra Scambio CAMER in Reggio Emilia (2019). And…after all, it's an Alfa, maybe better not call it "minor" 😉 〰️〰️〰️〰️〰️〰️〰️〰️〰️〰️〰️ 🏁 Classic cars #contentcreator ❤️ Follow @ciclootto

A post shared by Ciclo Otto – Car stories (@ciclootto) on

Results – 18.06.2020

01 – @armando.baiano
02 – @valippo1
03 – @franjp71
04 – @_redtrade_
05 – @ro.casp
06 – @boerjappie
07 – @salvadro.lopez.vg82
08 – @val_levi_int_marketing
09 – @1kenoo
10 – @marcomakaus
11 – @random_vars_photos
12 – @tomibargero
13 – @jobjoris
14 – @pautorrentbr
15 – @cesargrau_cars
16 – @kammax66
17 – @dadotenny84
18 – @ginoalfetta
19 – @eadwigge
20 – @yann_jules
21 – @marcello_sedicivalvole
22 – @1fratanti
23 – @beppe_tandoi
24 – @grande_tanci
25 – @arthur.aronica
26 – @gf27photos
27 – @mah.louis
28 – @classiccarsandthecity
29 – @mizio953
30 – @mazdacenter
31 – @francesco.menichetti
32 – @pierral__
33 – @andrea_x91
34 – @spotted.in.na
35 – @niekloog
36 – @photographybyhsd
37 – @vricantonio
38 – @twilightdivewatches
39 – @hawthorne_guitars
40 – @aroundspring
41 – @pmdes
42 – @tom.on.the.internet
43 – @ste_kankkunen
44 – @abmotors_ch
45 – @vit18284
46 – @regalreliant

Alfa Romeo GTV6 2.5 (1983)

The Classic Car Challenge (#tccchallenge) results for the Alfa Romeo GTV6 2.5 (1983) game!
Join the game on the @ciclootto Instagram Stories

View this post on Instagram

The unconventional coupé An Alfa coupé, but with 4 comfortable seats and some luggage space. The receipe was clear and the result peculiar. This is a fine 1983 Alfa Romeo GTV6 2.5, post restyling version of the GT with, under the hood, one of the versions of the renowed v6 engine developed by Giuseppe Busso. Some hints let you recognize this model. The most distinctive one is the bump on the hood, necessary to host the bigger engine. Top specs 80s GTV. Wonderful! 〰️〰️〰️〰️〰️〰️〰️〰️〰️〰️〰️〰️〰️ 🏁 Classic cars #contentcreator ❤️ Follow @ciclootto 〰️〰️〰️〰️〰️〰️

A post shared by Ciclo Otto – Car stories (@ciclootto) on

Results – 11.06.2020

01 – @ro.casp
02 – @random_cars_photos
03 – @remichanics
04 – @grant.moss
05 – @curvinmotors
06 – @kir_nikos
07 – @arcobaleno_28
08 – @carsoftheweezenhof
09 – @kai_hb
10 – @the_dove_grey_mga
11 – @1kenoo
12 – @valippo1
13 – @pierral__
14 – @olds_cars_and_wild
15 – @niekloog
16 – @mah.louis
17 – @ginoalfetta
18 – @salvador.lopez.vg82
19 – @vricantonio
20 – @marek7307
21 – @eadwigge
22 – @classiccarsandthecity
23 – @parkedinmallorca
24 – @marcello_sedicivalvole
25 – @italianiec19
26 – @_redtrade_
27 – @franjp71
28 – @ste_kankkunen
29 – @tomibargero
30 – @jimmysmith_3
31 – @sachamdasilva
32 – @gf27photos
33 – @toni_sino
34 – @mazdacenter
35 – @francesco.menichetti
36 – @rem_blt
37 – @giovanni.corradin
38 – @pablorivas6588
39 – @dadotenny84
40 – @marcomakaus
41 – @glatorresainz
42 – @davqd
43 – @armando.baiano
44 – @twilightdivewatches
45 – @val_levi_int_marketing
46 – @kammax66
47 – @dkmbuis
48 – @andrea_x91
49 – @yann_jules
50 – @boerjappie
51 – @goodoldminorcars
52 – @1fratanti
53 – @beppe_tandoi
54 – @randomcarspot
55 – @hawthorne_guitars
56 – @cesargrau_cars
57 – @tom.on.the.internet
58 – @guti_classics
59 – @parked_in_sydney
60 – @pmdes
61 – @michael.graham.31508
62 – @georgemrt
63 – @therealemmanuelspencer
64 – @vishnuprasad877
65 – @scuderiapalermo
66 – @fabi500l
67 – @settefrati
68 – @fulviadriver
69 – @photographybyhsd
70 – @tmjracz
71 – @440er
72 – @dnl.95
73 – @paolo.valcarenghi
74 – @restaurant_col_tempo

Alfa Romeo Gran Sport Quattroruote (1968) – The Classic Car Challenge Game

The Classic Car Challenge (#tccchallenge) results for Alfa Romeo Gran Sport Quattroruote (1968) game!
Join the game on the @ciclootto Instagram Stories

View this post on Instagram

I'm not a great fan of the continuation series and all that kind of revivals. I prefer cars that follow the current time, linked to the people lives instead of revamping the days gone. In late 60s (and today too) there has been some interest in such cars here in Italy, like, for example, the Siata Spring (base on the Fiat 850) and the Fiat Gamine Vignale (based on Fiat 500). The car here pictured, an Alfa Romeo Gran Sport Quattroruote, was an idea of the director of Quattroruote (the main Italian car magazine) in partnership with Alfa Romeo to create some sort of revamped version of the superb (and winning) 1930s 6C 1750 GS. Starting from the Alfa Giulia Spider chassis and powered by the Giulia TI engine, Zagato crafted a fine 30s body (quite similar to the original one) for a car aimed to few nostalgic Alfa Romeo enthusiasts, and therefore produced in very limited number of pieces. Production started in 1965 and in the end only 93 cars were made, quite in struggle to be sold (last ones has been shipped in 1968) althought priced correctly, between the Alfa Spider and the unlucky Giulia GTC. In the last months there seems to be a great interest in this cars (this red one was on sale at the 2019 Verona Legend Cars fair) as a couple of these has been auctioned gaining around 100k euros. —————– 🏁 Classic cars #contentcreator ❤️ Follow @ciclootto —————– #alfaromeo #alfaromeo6c1750 #alfaclassic #classiccars #classicalfa #classiccars #quattroruote #restomod #continuationseries #classic #drivetastefully #oldcars #oldcar #carspotting #carsofinstagram #racecars #rarecars #carstagram #italiancars #veronalegendcars #clubalfaromeo #alfaromeolovers #alfaromeoclub #alfaromeoofficial #alfaromeoracing #alfaromeosportiva #alfaromeopassion #autostoriche

A post shared by Ciclo Otto – Car stories (@ciclootto) on

Results – 30.04.2020

01 – @_redtrade_
02 – @vricantonio
03 – @samuele.teodori
04 – @val_levi_int_marketing
05 – @40dhla
06 – @claudio_jdm_2210
07 – @pablorivas6588
08 – @1fratanti
09 – @scuderiapalermo
10 – @abmotors_ch
11 – @kammax66
12 – @marcomakaus
13 – @yann_jules
14 – @therealemmanuelspencer
15 – @armando.baiano
16 – @beppe_tandoi
17 – @auto_in_citta
18 – @federica.olivotto
19 – @francesco.menichetti
20 – @mazdacenter
21 – @photographybyhsd
22 – @augusto_pellucchi

Alfa Romeo GT Junior Zagato – The Classic Car Challenge results – 14.03.2020

The Classic Car Challenge ( #tccchallenge) results for the Alfa Romeo GT Junior Zagato

View this post on Instagram

A love/hate car mainly for the controversial design. But we are talking about Zagato, so this cannot be a surprise. The Alfa Romeo GT Junior Zagato is a fine car made in two versions (1.3 and 1.6 liters) and based on the Alfa Romeo Spider chassis. With the peculiar front with the headlights covered by plexiglass surface creating the Alfa shield in the center, it's still a reason for debates for the Alfa fans. This red one, a 1.3 liters version (the more "common" one with 1100 pieces made) was a nice guest of the "Il Mito raddoppia" the Alfa&Lancia enthusiasts meeting held by @cassiacorsestorica in San Casciano, near Florence. ——————————————————————– 📍 Share your classic cars love following 👉 @ciclootto ———————————————– 📸 Fine original shots here: ❤️ Reward your #contentcreator —————– #ciclootto #vintage #alfaromeo #zagato #1970s #gtjunior #valveandpistons #classiccars #petrolicious #alfaclassic #cars #classiccars #classiccar #unconventional #design #designmasters #rarecar #vintagecar #vintagecars #ilmitoraddoppia #cassiacorse

A post shared by Ciclo Otto – Car stories (@ciclootto) on

Results – 14.03.2020

01 – @ginoalfetta
02 – @salvador.lopez.vg82
03 – @rmed1n4
04 – @carsoftheweezenhof
05 – @valippo1
06 – @giovanni.corradin
07 – @kammax66
08 – @cinzia.mari
09 – @hawthorne_guitars
10 – @random_cars_photos
11 – @40dhla
12 – @_redtrade_
13 – @parkedinmallorca
14 – @yann_jules
15 – @gianfranco6791
16 – @scuderiapalermo
17 – @fulviadriver
18 – @andrea_x91
19 – @pablorivas6588
20 – @giulietta753ti
21 – @old_cars_and_wild
22 – @pmdes
23 – @guti_classics
24 – @teilix
25 – @vricantonio
26 – @paolo.valcarenghi
27 – @niekloog
28 – @francesco.menichetti
29 – @gserlupi
30 – @f40sanchez
31 – @raffaele_bincoletto
32 – @haagsewagens
33 – @chicane500
34 – @marcomakaus
35 – @matteob24
36 – @1fratanti
37 – @eadwigge
38 – @relvas.127
39 – @arthur.aronica
40 – @cosimopascariello
41 – @robinvandermars
42 – @ste_kankkunen
43 – @sammy_g_k_
44 – @mah.louis
45 – @ale_delux96
46 – @rem_blt
47 – @jobjoris
48 – @val_levi_int_marketing
49 – @guilhem_bagnolard
50 – @pierral__
51 – @photographybyhsd
52 – @stefzag0
53 – @ro.casp
54 – @grog_

The Classic Car Challenge results – 03.03.2020

The Classic Car Challenge ( #tccchallenge) results for the Alfa Romeo Giulietta SS (low nose)

View this post on Instagram

A special car for a special occasion. True wonder this Bertone masterpiece, the Alfa Romeo Giulietta Sprint Speciale (SS) . This one is in low-nose configuration (awesome!) althoght I'm not sure if it's an original one or not. If someone knows this specific car, please write it in the comments! This car was following the 2019 @millemigliaofficial at the passage in Vinci, Italy. It's always a good idea to take a stroll near the Mille Miglia streets, you'll never know what you're going to find! The "special" occasion is the end of the second edition of the #tccchallengegame (look in the Stories). This has been the 100th quiz of the series! —————————————————————- 📍 Follow 👉 @ciclootto ———————————————– 📸 Always original shots ❤️ —————– #ciclootto #vintage #alfaromeo #giuliettass #1950s #fastcars #valveandpistons #classiccars #epic #icon #oldcars #petroliciuos #alfaclassic #giulietta #alfagiulietta #cuoresportivo #redarrow #millemiglia

A post shared by Ciclo Otto – Car stories (@ciclootto) on

Results – 01.03.2020

01 – @mah.louis
02 – @samuele.teodori
03 – @kir_nikos
04 – @giovanni.corradin
05 – @celtic68
06 – @40dhla
07 – @ro.casp
08 – @gianfranco6791
09 – @carsoftheweezenhof
10 – @hawthorne_guitars
11 – @toni_sino
12 – @restaurant_col_tempo
13 – @vahid_davodi_z28
14 – @kammax66
15 – @_redtrade_
16 – @arthur.aronica
17 – @grant.moss
18 – @eadwigge
19 – @postmarogier
20 – @simoingra_93
21 – @teilix
22 – @scuderiapalermo
23 – @val_levi_int_marketing
24 – @classiccars_duesseldorf
25 – @pablorivas6588
26 – @the_oldest_car
27 – @remichanics
28 – @fede_galle
29 – @francesco.menichetti
30 – @jobjoris
31 – @goodoldminorcars
32 – @1fratanti
33 – @nkroon
34 – @relvas.127
35 – @raffaele.bincoletto
36 – @cosimopascariello
37 – @lucibus911
38 – @classiccars_sp
39 – @vricantonio
40 – @augusto_pellucchi
41 – @yann_jules
42 – @matteob24
43 – @larand_vta
44 – @cinzia_mari
45 – @phtographbyhsd
46 – @itsrafworld
47 – @marcomakaus
48 – @gserlupi
49 – @rem_blt

<b>Automotoretrò 2020 – Weekend di adrenalina</b>

Automotoretrò 2020 – Weekend di adrenalina

In archivio l’edizione numero 38, Automotoretrò si conferma e rilancia con l’edizione 2020, una vocazione di salone dell’auto “globale”.

Le direzioni: giovani e spettacolo

Da appassionato di storiche, quest’anno più di altri mi è risultata evidente l’intenzione di attrarre un pubblico eterogeneo, strizzando l’occhio ai giovani, spesso fruitori marginali delle classiche, in un mondo sempre più veloce ed immediato.

Mi sono chiesto se questa direzione sia stata dettata dalla necessità di supplire allo scippo da parte di Milano del Salone al Parco Valentino.

Questa mia sensazione non ha comunque reso meno interessante la parte “storica” con vetture affascinanti e presentate in spazi adeguati (con beneficio degli scatti dalla fiera).

Cisitalia 202 Berlinetta - Automotoretrò 2020
Cisitalia 202 Berlinetta – Automotoretrò 2020

A rimarcare la vocazione “giovane” del salone, Catawiki, sponsor ormai storico di AMR ha puntato sulle youngtimer più sportive degli anni 80-90 presentando tra le altre Fiat Uno Turbo, Renault Supercinque Turbo, Opel Corsa GSi e Peugeot 205 GTI.

I siti istituzionali facevano sognare con vetture spettacolari,  a partire dalla Cisitalia 202 presente allo stand ASI, che da sola poteva valere il prezzo del biglietto

Giovanni Michelotti: designer a mano libera

La presentazione del volume “Giovanni Michelotti, a mano libera” è stata una formidabile occasione per un focus sul grande designer, con uno stand che presentava, oltre ad una Lancia Flavia Convertibile e a una DAF 66 Coupé Marathon, una curiosa one-off realizzata su meccanica Fiat 500, la Minnie.

Fiat 500 Minnie Vignale - Michelotti - Automotoretrò 2020
Fiat 500 Minnie Vignale – Michelotti – Automotoretrò 2020

Un’altra delle vetture più interessanti dell’evento porta la firma di Michelotti. In una parte della sezione commercianti era presente una rara Shellette (o Spiaggetta), una beach car realizzata in appena 80 esemplari su meccanica Fiat 850.

Si tratta di una vettura rara e famosa, in possesso di numerosi personaggi noti, tra cui il designer Philippe Starck e Jacqueline Kennedy Onassis con una versione realizzata su meccanica DAF 55 utilizzata prevalentemente su Skorpios, l’isola privata di proprietà dell’armatore greco.

Michelotti Shellette/spiaggetta - Automotoretro-2020
Michelotti Shellette/spiaggetta – Automotoretro-2020

FCA e Registro Fiat: padrone di casa

Da buone “padrone” di casa, FCA e Registro italiano Fiat hanno portato pezzi interessanti. Nello stand ufficiale, con al centro una Alfa Romeo 6c 1500 SS in splendide condizioni, venivano onorati i 40 anni della Fiat Panda con una prima serie di color rosso praticamente immacolata.

Il registro italiano presentava 2 anime con un paio di Fiat 512-514 anni 30 con eleganti carrozzerie in stile US e due splendide realizzazioni Abarth, tra cui una 1000 TCR su base Fiat 600 veramente molto bella.

Alfa Romeo 6c 1500 SS - Stand FCA - Automotoretro 2020
Alfa Romeo 6c 1500 SS – Stand FCA – Automotoretro 2020

Le auto in vendita: grandi auto, qualche assenza

L’esposizione dei commercianti, sempre molto attesa, quest’anno ha portato poche novità di spicco. Come sempre la parte del leone è rappresentata dalla produzione nostrana, con una moltitudine di interessantissime vetture Alfa e Fiat in vendita.

Tra le varie vetture presenti, segnalo una Alfa Romeo Spider IV serie, presente in una singolare versione in edizione limitata per il mercato francese, la Beauté (bellezza) in bi colore bianco-blu con interni in pelle bianca e sempre per il “biscione” una singolare Alfa Romeo 2000 Berlina, vettura molto rara anche perché prodotta in soli 2140 esemplari.

Alfa Romeo Spider IV serie Beauté - Automotoretro 2020
Alfa Romeo Spider IV serie Beaut̩ РAutomotoretro 2020

Di rilievo inoltre lo stand di Officine Guidi Torino che ha presentato in fiera una line-up straordinaria di vetture, in un parallelo tra versioni stradali e versione corsa con Lancia Stratos, 037 e Delta S4 per la sezione racing e Peugeot 205 T16, Lancia 037 Stradale e Lancia Delta S4 Stradale dall’altra, in quello che con tutta probabilità era uno degli stand più belli di tutta la manifestazione.

 

<b>R̩tromobile 2020 РAsta Artcurial</b>

R̩tromobile 2020 РAsta Artcurial

Inizia con Artcurial l’analisi delle aste di auto classiche legate a Rétromobile 2020 a Parigi.

Come ogni anno, l’esposizione più importante d’Europa è accompagnata dalle aste organizzate dalle principali case mondiali. Essendo padrona di casa, Artcurial ha sempre un catalogo di spicco per Parigi.

Vediamone i principali lotti.

Le sorelle di Ginevra

Alfa Romeo 6c 2300 B Lungo Cabrio by Worblaufen
Alfa Romeo 6c 2300 B Lungo Cabrio by Worblaufen – Immagine di ArtCurial

Il lotto, o meglio, la coppia di lotti che più fa sognare è quella marcata Worblaufen. Il carrozziere svizzero, attivo fin dalla prima metà del ‘900, è autore di alcune tra le più belle realizzazioni su base Alfa Romeo e Artcurial quest’anno propone un’accoppiata di due delle vetture che vennero esposte insieme al salone di Ginevra del 1938 appartenenti ad uno stesso collezionista che negli anni ha voluto ricreare quello straordinario duetto.

Le due vetture probabilmente si separeranno di nuovo visto che vengono vendute in lotti distinti. Il lotto 29 è un’Alfa Romeo 6C 2300 B Lungo Cabriolet (telaio #814064) splendidamente vestita da una carrozzeria in alluminio ed in condizioni originali. Dotata di motore originale (anche se a bordo è attualmente montato un secondo motore comunque conforme alla vettura) la vendita di questo esemplare è stimata tra 1,25 e 1,75 milioni di euro.

Alfa Romeo 6c 2300 b pescara cabriolet Worblaufen
Alfa Romeo 6c 2300 B Pescara Cabriolet Worblaufen – Immagine di ArtCurial

La “sorella”, lotto 30 (telaio #813910) è una Alfa Romeo 6C 2300 B Pescara Cabriolet. Questa meravigliosa autovettura, oggetto di un restauro meticoloso (anche se poco documentato nelle carte in possesso della casa d’aste) viene stimata ad una quotazione dimezzata rispetto alla sorella, scontando il fatto di non essere “matching numbers”. Il motore a bordo non è l’originale Alfa Romeo. Vetture meravigliose.

Mercedes protagonista: top lot e “Velocipede”

Mercedes-Benz 710 SS
Mercedes-Benz 710 SS – Immagine di ArtCurial

La coppia Alfa non rappresenta il top lot nell’asta di Artcurial. Un privilegio in mano ad una rarissima e (lasciatelo dire) quasi esagerata Mercedes-Benz 710SS Sport Tourer, lotto 45 (telaio 36223), vettura nata nel 1930 e divenuta immediatamente globe-trotter essendo stata esposta al salone di New York nel 1930. Monta il motore 6 cilindri da 7 litri con potenza di 140CV. Attraverso l’inserimento del compressore la potenza può essere innalzata a 200 CV. Era una delle rarissime vetture dell’epoca a poter raggiungere i 200 Km/h. Carrozzata (si suppone dalla documentazione) in Francia, ha una stima di 6-8 milioni.

Benz Velo Comfortable
Benz Velo Comfortable – Immagini di ArtCurial

Se la 710 SS è impressionante, il lotto precedente, numero 44 rappresenta invece la storia dell’automobile. Una Benz Velo, erede diretta della prima vettura dotata di motore a scoppio. La vettura in offerta è una “Comfortable”, versione 4 posti. Considerando l’anzianità della vettura, risultano un gran numero di parti non originali, ma la struttura della vettura e i parafanghi, come altre componenti risultano ancora originali. Stima di 160-260.000 euro, per un vero pezzo di storia dell’automobile

Ferrari, Ferrari, Ferrari

Ferrari 275 GTB 6c
Ferrari 275 GTB 6c – Immagine di ArtCurial

Ferrari, regina del mercato delle storiche è onorata dall’asta Artcurial con una selezione incentrata su molte vetture anni ’60, impreziosita dal lotto 99, una Ferrari 275 GTB 6c (telaio #6785) datata 1965 con una straordinaria storia sportiva, stimata tra i 2 e i 3 milioni di euro. Oltre a questa splendida rossa, una 250 GTE 1961 telaio #2339 al lotto 70 (stima 280-380k), una 330 GTC telaio #3980 al lotto 76 (stima 325-460k) e per chiudere una gemma per amatori con la Ferrari 126 C3-068 al lotto 98, vettura ex-works guidata da René Arnoux, a punti nel campionato 1983 (stima in ampia forbice da 600k al milione  di euro)

Porsche, curiosità e chicche

Porsche 906 - Immagine ArtCurial
Porsche 906 – Immagine di ArtCurial

Non manca una discreta selezione di vetture Porsche, con in primo piano una Porsche 906 (lotto 83) con stima 1,4-1,8 milioni, una bella ducktail 911 RS 2.7 (lotto 85, 800k-1milione) e una particolare Porsche 911 2.4S 1972 “italiana” in uno splendido color melanzana (lotto 86 – 145-180k euro).

Fiat 1500 Ghia GT Bicolore
Fiat 1500 Ghia GT Bicolore – Immagine di ArtCurial

Molte le curiosità e chicche, a partire dal lotto 72, una Fiat 1500 GT Ghia, rara ed indicata come l’unica esistente in livrea bicolore (lotto 72, 60-100k euro). Per le celebrity car (e che auto!) al lotto 134, una Lamborghini LP400 Periscopica con ex primo proprietario Rod Stewart (stima 800-1,2 milioni).

VW Typ2 - Immagine ArtCurial
VW Typ2 994 miglia percorse – Immagine ArtCurial

Per chiudere l’interessante storia di un camper VW Type 2 (lotto 66, stima 60-120k euro) con sole 994 miglia percorse. Il motivo del basso chilometraggio? Acquistato nel 1978, i proprietari, americani del Colorado, non avevano considerato la presenza del cambio MANUALE. Vista la difficoltà con il cambio, fecero un solo viaggio con il Typ 2 (peraltro documentato) e lo lasciarono parcheggiato in garage, fino ai giorni nostri!

Dove e quando

L’asta si terrà presso il Salone Rétromobile a PArigi il 7 Febbraio a partire dalle ore 14.00. Il catalogo d’asta è reperibile qui o al solito sfogliando il sito di Artcurial 

E al solito, buoni acquisti a tutti

<b>Strade bianche, vino rosso 2019</b>

Strade bianche, vino rosso 2019

Il concorso d’eleganza dinamico

E’ sicuramente una denominazione azzeccata quella dello “strade bianche, vino rosso”. Un concorso d’eleganza vero e proprio, in cui sono presenti vetture che spesso particolari, viste raramente anche nei principali raduni storici. La presenza inoltre di collezionisti d’eccellenza dona all’evento un particolare fascino.

Qualità

La scelta della Scuderia Clemente Biondetti è sempre chiara: poche vetture ma di qualità elevatissima. A partire dalla Alfa Romeo 6C 1750 SS Zagato datata 1929, una vettura conservata ed originale appartenente alla collezione Masini, che è stata poi protagonista giusto un paio di settimane dopo l’evento, ad Auto e Moto d’Epoca a Padova nello stand del registro Italiano Alfa Romeo.

Splendida inoltre la Convair, barchetta inglese pezzo unico, portata all’evento da un’equipaggio tutto al femminile e l’Alfa Romeo 1900 Cabriolet Pininfarina, rara realizzazione su base 1900, vincitrice del premio assegnato dal comune di Impruneta.

I collezionisti di grido

Aurelia B20 GT - Stefano Ricci Collection
Aurelia B20 GT – Stefano Ricci Collection

Oltre al già citato Masini, ingresso trionfale per Stefano Ricci. Lo stilista, presente all’evento ha portato due eccellenze, con Aston Martin DB4 carrozzeria Touring e una meravigliosa Alfa Romeo B20 GT dall’interessante storia agonistica.

Tra le splendide vetture presenti, posto d’eccezione per la Ferrari 250 MM 1953, eletta best in show e la Cisitalia 202 Berlina, acclamata e presente anche all’edizione dello scorso anno.

Per concludere, ecco la fotogallery dell’edizione 2019

<b>Auto e Moto d’Epoca – Padova</b>

Auto e Moto d’Epoca – Padova

Oltre 130.000 visitatori

Un altro anno di crescita per Auto e Moto d’Epoca a Padova che si conferma, alla 36 esima edizione come una delle fiere polarizzanti del motorismo storico Italiano e europeo.

Le novità

Lancia 037 Olio Fiat Scuderia Grifone - Girardo & C
Lancia 037 Olio Fiat Scuderia Grifone – Girardo & C

Tra le solite polemiche sul caro biglietti (45 euro il giovedi’, giornata per gli addetti ai lavori e per gli acquirenti) e sui costi delle vetture, al solito denunciati come troppo alti, la fiera mostra invece i muscoli con una rinnovata presenza, soprattutto straniera, di espositori e acquirenti.

Molto importante la new entry di Girardo & c. che qui a Padova ha portato una bellissima Lancia 037 nella mitica livrea Olio Fiat del Team Grifone, insieme al mezzo assistenza, una Fiat 131 con gli stessi colori, oltre ad una spettacolare Alfa Romeo Tipo 33 TT 2, l’ultima Alfa ad aver corso la 24 ore di Le Mans.

Maserati 4 CLT Ex-Fangio
Maserati 4 CLT Ex-Fangio

Non da meno gli altri espositori tra cui segnalo in particolare lo stand di Hodlmayr, dealear Austriaco, che dopo aver portato lo scorso anno una Siata Coupé e una eccellente Iso Grifo, quest’anno ha esposto alcune splendide Maserati tra cui una 4CLT, racer pilotata da Juan Manuel Fangio.

La mostra Ferrari

Ferrari 166 MM Ex-Agnelli - Esposizione "le Rosse in abito da corsa"
Ferrari 166 MM Ex-Agnelli – Esposizione “le Rosse in abito da corsa”

Molto bella la mostra di barchette Ferrari, con pezzi unici come la Ferrari 166 MM ex Gianni Agnelli, anche se l’esposizione, curata da Aci Storico è stata meno emozionale di quanto ci si potesse aspettare.

Non so spiegare le sensazioni, ma sarà stato l’allestimento o le luci, ma speravo di esserne coinvolto in maniera maggiore. Sensazioni comunque che devono lasciar spazio all’obiettività. Le barchette Ferrari esposte erano un vero sogno.

Asta Finarte

Molta attesa per l’asta Finarte in cui, nell’anteprima, avevamo evidenziato le 3 regine.

La vettura più preziosa, l’Alfa Romeo 6C 2500 Cabriolet Pininfarina è stata assegnata per oltre 600.000 euro, mentre è uscita invenduta la “barn-find” la Maserati 3500 GT ex-Fangio che secondo Finarte avrebbe potuto spuntare 400.000 euro. Un modello identico e restaurato senza il blasonato ex-possessore era in asta con una stima di ben 100.000 euro inferiore: il potere del pedigree non ha funzionato.

Invenduta anche la nostra preferita, la Cisitalia 202 SC Cabriolet.

La curiosa presenza del Ferves-Ranger e l’egemonia straniera

Uno degli innumerevoli Ferves Ranger in vendita
Uno degli innumerevoli Ferves Ranger in vendita

Difficile fare una liste delle vetture più interessanti, che comunque trovate nella gallery qui sotto. Molto belle alcune realizzazioni su base Fiat, ricordo di un passato forse troppo lontano dei maestri carrozzieri italiani.

Molto curioso il fiorire di vetture Ferves Ranger in vendita. La motivazione? Sicuramente l’exploit di Pebble Beach dove uno dei piccoli fuoristrada/spiaggina derivati dalla Fiat 500 aveva spuntato quasi 200.000 dollari. Una voglia di emulazione che non credo abbia fornito i risultati sperati.

La sensazione è che comunque, la vera qualità nelle vetture esposte e in vendita sia venuta in gran parte dai vendor stranieri. Molte, moltissime, com’è giusto che sia, le Alfa Romeo e Fiat in vendita.

Vantaggio per la buona possibilità di scelta per chi aveva puntato sui classici italiani, un po’ meno per la varietà dell’esposizione comunque straordinaria per la quantità di auto presenti.

Le proposte dei club: un’eccellenza italiana

Alfa Romeo Giulietta SZ Zagato - Stand VCC Padova
Alfa Romeo Giulietta SZ Zagato – Stand VCC Padova

In tutto questo si distinguono invece le esposizioni dei Club, con alcune selezioni di vetture (in particolar modo quella del Veteran Club Padova che onorava Zagato) che si distinguevano per la splendida presenza di one-off e vetture di alto rango.

Buona la presenza delle case ufficiali, con l’esordio fragoroso di Seat, che curiosamente ha festeggiato l’Ibiza ma pare essersi scordato completamente di tutto l’heritage precedente legato a Fiat.

In ogni caso, al solito, un grazie a Auto e Moto d’Epoca e un arrivederci al prossimo anno con la nostra, necessariamente parziale visto il numero di auto presenti, fotogallery

<b>Anteprima Auto e Moto d’epoca – Padova</b>

Anteprima Auto e Moto d’epoca – Padova

L’evento dell’anno?

Siamo nel pieno della settimana di Auto e Moto d’Epoca a Padova, la più importante manifestazione fieristica nazionale insieme a Torino (febbraio) e Milano (fine novembre). E mentre gli espositori sono già al lavoro per l’apertura di giovedi’ (prima giornata di anteprima della fiera) vediamo cosa promette quest’anno l’esposizione dalla fiera di Padova

Le “barchette” Ferrari

Ferrari 375MM Barchetta Pininfarina (1953) - Immagine di Auto e Moto Epoca - Padova
Ferrari 375MM Barchetta Pininfarina (1953) – Immagine di Auto e Moto Epoca – Padova

Vale la pena partire dall’esposizione “Barchette Ferrari: le auto che hanno creato il mito”. Un’esposizione esclusiva allestita nell’Area ACI, padiglione 3, che esporrà alcune splendide barchette del cavallino, partendo proprio da quella Ferrari 166 Mille Miglia carrozzata Touring datata 1950 ex-Gianni Agnelli, la vettura da cui nacque il termine barchetta, coniato da Agnelli per descrivere quella vettura da corsa. Se la 166 è la partenza, il traguardo della mostra sarà proprio l’ultima nata del cavallino, la Monza SP, la nuova barchetta della serie “icona”, proprio ispirata alle barchette anni 50.

I gioielli all’asta per Finarte

Cisitalia 202 SC Spider (1948) - Verona Legend Cars 2019
Cisitalia 202 SC Spider (1948) – Verona Legend Cars 2019

Novità quest’anno per l’asta di auto classiche che ogni anno raduna gli appassionati in cerca di vetture di grande prestigio. L’asta di quest’anno è organizzata da Finarte, che prende il posto di Bonhams come organizzatore e battitore. Nei 55 lotti in asta sono presenti alcune splendide vetture, tra cui una delle preferite di Ciclo Otto, una Cisitalia 202 Gran Sport (lotto 8) nella rara versione cabriolet Stabilimenti Farina, datata 1948 e già vista pochi mesi fa in esposizione a Verona Legend Cars, nella mostra “I cento miti”. Di valore ancora maggiore (con una stima che si aggira tra i 700 e gli 800.000 euro) una Alfa Romeo 6C 2500 del 1947 (lotto 14), anch’essa in versione Cabriolet realizzata da Pinifarina, 50esima assoluta alla Mille Miglia del 1949.

Per chiudere con Finarte, la proposta più spiazzante dell’asta. Maserati 3500 GT Carrozzata Touring (lotto 24), vettura utilizzata da Juan Manuel Fangio nei suoi soggiorni in Italia, come tester e ambasciatore Maserati. La vettura in questione si trova in condizioni da “barn-find” essendo rimasta per anni in stato di semi abbandono presso gli stabilimenti Maserati, dove Fangio la lasciò parcheggiata. Quotata sui 500.000 euro è uno dei lotti più attesi dell’evento.

I gioielli dei Club

Alfa Romeo 6c 1750 SS Spider Zagato - RIAR - Immagine da Auto e Moto Epoca
Alfa Romeo 6c 1750 SS Spider Zagato – RIAR – Immagine da Auto e Moto Epoca

Se le proposte “istituzionali” tra mostre e aste sono esaltanti, anche le esposizioni dei club non sono da meno. Grande attesa per lo stand del RIAR, il Registro Italiano Alfa Romeo che esporrà l’Alfa Romeo 6C 1750 SS Spider Zagato (1929) dal glorioso passato sportivo, vettura conservata con una stupenda “patina”

Fiat 1500 6C Berlinetta Touring
Fiat 1500 6C Berlinetta Touring

Il Registro Italiano Touring che esporrà una curiosa Fiat 1500 6C Berlinetta Superleggera, modello raro e devo dire, personalmente mai visto, dotato del il frontale a “prua chiusa”. Vettura singolare che non vediamo l’ora di incontrare

Informazioni e ingressi

Con tutta questa carne al fuoco (e senza considerare tutto quello che i commercianti e gli altri club porteranno in fiera), non resta che riepilogare le date.

Auto e Moto d’Epoca – Fiera di Padova. 24-27 Ottobre 2019. Orari: Gio 24 (anteprima) 9.00 – 18.00 – Ven 25-Sab 26-Dom 27 (9.00 – 19.00). Asta Finarte, Venerdi 25 Ottobre 14.30