L’autunno 2020 dell’auto classica

L’autunno 2020 dell’auto classica

Il 2020 per l’auto d’epoca è un anno assolutamente anomalo. Vista la riapertura post quarantena i club e le associazioni si sono trovate a comprimere in 6 mesi l’attività di un intero anno.

Questo è il motivo per cui l’autunno di questo anno pandemico è un fiorire di eventi, destinati purtroppo anche a sovrapporsi l’un l’altro.

Le fiere: la disputa Milano/Modena e l’incognita Padova

Milano Autoclassica
Milano Autoclassica

Inutile dirlo, il covid fa ancora paura. E in questo senso la manovra di Milano Autoclassica di anticipare il salone dall’originale collocazione a fine Novembre a quella del weekend 22-25 settembre sembra voler allontanare gli spettri di una chiusura autunnale. Purtroppo questo spostamento coincide con un’altra importante fiera di auto classiche, la Modena Motor Gallery, che rappresenta insieme all’evento di Arezzo, la principale mostra di storiche dell’area dell’italia centrale.

Modena Motor Gallery
Modena Motor Gallery

Forse potevano essere trovate collocazioni migliori o magari anche una sinergia tra i due eventi che necessariamente si “pesteranno i piedi” in questo settembre.

Auto e Moto d'Epoca Padova
Auto e Moto d’Epoca Padova

Invariata (per fortuna) la collocazione dell’evento autunnale per eccellenza,. Auto e Moto d’epoca conferma lka sua partenza a fine Ottobre, sempre nella speranza che tutto vada per il meglio.

Nei mesi di lockdown, i responsabili di questi eventi si sono confrontati (anche in live streaming pubblico in alcune occasioni) cercando di definire e coordinare protocolli per un accesso sicuro agli eventi, sia per gli spettatori (il cui ingresso supponiamo sarà contingentato) sia per espositori, giornalisti e blogger (in questo mi ci metto anche io).

Riepilogando, per quanto riguarda le principali fiere e eventi di settore, in ordine temporale:

Sarò presente con video e foto in tutti questi incontri 😉

Gare e concorsi d’eleganza: un anno in 3 mesi

Se la situazione (come si evince dal calendario) è complicata per le fiere, ancora più difficile districarsi tra le gare, gli eventi e i concorsi d’Eleganza. Se in molti, con eventi programmati ad inizio anno, hanno rinunciato dando l’arrivederci al 2021 (ad esempio il Concorso d’Eleganza Villa d’Este) altri hanno posticipato le proprie attività andando irrimediabilmente a sovrapporsi ad altri, in una situazione che impone a piloti, espositori e appassionati di dover fare delle scelte.

Logo Mille Miglia 2020
Logo Mille Miglia 2020

Evento clou ovviamente la Mille Miglia, che partirà nel weekend 22-25 ottobre (sovrapponendosi alla Fiera di Padova). In verità il calendario non darà tregua dalla metà di settembre fino agli inizi di novembre, partendo con Gran Premio Nuvolari (17-20 Settembre) e Monza Historic (18-20 Settembre)

Nel dettaglio il calendario degli eventi principali

*eventi a cui sarò presente

Un grande autunno per l’auto classica, su cui però pende la grande incognita del Covid. La speranza è che tutto si svolga al meglio, senza intoppi e in piena sicurezza.

 

 

 

Triumph-Herald 13/60 Convertible (1968) – The Classic Car Challenge Game

The Classic Car Challenge (#tccchallenge) results for Triumph-Herald 13/60 Convertible (1968) game!
Join the game on the @ciclootto Instagram Stories

View this post on Instagram

A car create in a clear state of need and with obliged compromises, the Triumph Herald owns a nice story of improvement that made it last on the market for over a decade. A non easy achivement for a car born on a non-unibody chassis (although based on a nice body created by Michelotti) and powered, at the origin by a 0.9 liters engine with 39 HP. Triumph made it evolve during the years with style changes and engine improvements. A rare car to see on Italian soil and, I have to say, here the most of them I've met are in the fine Convertible version, that, with a bright color on give credit to the car design. This one, presented with closed top at the 2019 @milanoautoclassica fair is a 1968 13/60 restyled model, powered with the more powerful 1.3 liters/61 HP engine (same used on another Michelotti's release, the Triumph 1300) —————– 📸 Reward the #contentcreators 🎈Follow @ciclootto —————– #ciclootto #triumph #triumphherald #opentop #britishcars #convertible #cheapcars #triumphcars #classiccars #classiccar #british #vintagecar #vintagecars #oldcars #carsofintsagram #oldcar #vintage #cabriolet #herald

A post shared by Ciclo Otto – Car stories (@ciclootto) on

Results – 21.04.2020

01 – @_redtrade_
02 – @armando.baiano
03 – @val_levi_int_marketing
04 – @ro.casp
05 – @pmdes
06 – @coches.clasicos.wrocklaw
07 – @boerjappie
08 – @miguel_just_miguel
09 – @franjp71
10 – @1kenoo
11 – @the_dove_grey_mga
12 – @carsoftheweezenhof
13 – @kammax66
14 – @marcello_sedicivalvole
15 – @papatasoscx77
16 – @marcomakaus
17 – @goodoldminorcars
18 – @eadwigge
19 – @parkedinmallorca
20 – @galeriepeugeot
21 – @vricantonio
22 – @salvador.lopez.vg82
23 – @guti_classics
24 – @old_cars_and_wild
25 – @jobjoris
26 – @photographybyhsd
27 – @moyig27
28 – @therealemmanuelspencer
29 – @grant.moss
30 – @hawthorne_guitars
31 – @mah.louis
32 – @francesco.menichetti
33 – @michael.graham.31508
34 – @grease_junkie_
35 – @tmjracz
36 – @aparcaosenaragon
37 – @fulviadriver
38 – @chicane500
39 – @afntik98
40 – @sachamdasilva
41 – @niekloog
42 – @lumeboo
43 – @mazdacenter
44 – @thomas.bastard
45 – @gpclassicsonline

BMW 323i E21 (1980) – The Classic Car Challenge Game

The Classic Car Challenge (#tccchallenge) results for BMW 323i E21 (1980) game!
Join the game on the @ciclootto Instagram Stories

View this post on Instagram

Simply the fastest of the first BMW 3-series The BMW 323i has been presented in 1977 along with the new 320 version to provide the 6 cylinders engines to refresh the E21 lineup. The 2.3 liters (mechanical injiection) unit under the hood provide 143 HP allowing a 0-100 Km/h in 9.5 seconds (the only E21 under 10 seconds on such a test). This car from 1980 has the lastest restyling kit (updated front bumper and new side mirror) and is equipped with 4 golden alloy wheels that, at my eyes, doesn't fit too well on the nice E21 silhouette🤔 —————– 🏁 Classic cars #contentcreator ❤️ Follow @ciclootto —————– #bmw #bmwe21 #bmw323i #classiccars #sportscars #paulbraq #bmw320 #bmwclassic #classic #drivetastefully #oldcars #oldcar #carspotting #carsofinstagram #bmw3series #carstagram #6cylinders #bmw318 #bmw316

A post shared by Ciclo Otto – Car stories (@ciclootto) on

Results – 19.04.2020

01 – @mah.louis
02 – @aroundspring
03 – @pablo_clavero1
04 – @_redtrade_
05 – @parkedinmallorca
06 – @1kenoo
07 – @papatasoscx77
08 – @rem_blt
09 – @andrea_x91
10 – @kammax66
11 – @salvador.lopez.vg82
12 – @f40sanchez
13 – @gserlupi
14 – @remichanics
15 – @celtic68
16 – @georgemrt
17 – @valLevi_int_marketing
18 – @valippo1
19 – @guti_classics
20 – @boerjappie
21 – @kir_nikos
22 – @niekloog
23 – @grant.moss
24 – @vildkaarl
25 – @marcello_sedicivalvole
26 – @vricantonio
27 – @franjp71
28 – @grog_
29 – @ro.casp
30 – @classiccars_duesseldorf
31 – @arthur.aronica
32 – @goodoldminorcars
33 – @jobjoris
34 – @cesargrau_cars
35 – @eadwigge
36 – @rsfgodoy
37 – @pierral__
38 – @abmotors_ch
39 – @photographybyhsd
40 – @pmdes
41 – @autotorino_chile
42 – @marcomakaus
43 – @clasiccarsandthecity
44 – @sachamdasilva
45 – @tmjracz
46 – @paolo.valcarenghi
47 – @1fratanti
48 – @ali_khoshgadadam_
49 – @moyig27
50 – @jsfaria19
51 – @coches.clasico.wrocklawù@armando.baiano
52 – @pautorrentbr
53 – @classic.cars.sweden
54 – @celica_supra_85

Ferrari Dino 208 GT4 (1976) – The Classic Car Challenge Game

The Classic Car Challenge (#tccchallenge) results for Ferrari Dino 208 GT4 (1976) game!
Join the game on the @ciclootto Instagram Stories

View this post on Instagram

A clear bet, made by Ferrari, trying to find an evolution for the outstanding Dino 246. The Dino 308 GT4 (and also 208) cars' family played an interesting role in the evolution of the Prancing Horse design. Enzo Ferrari that seems to be impressed by the work made by Bertone on the Fiat Dino Coupé, asked the Turin designer to draw the new Dino GT. Marcello Gandini, draw a mid-engined 2+2 GT with unusul lines for a Ferrari, reminding some solutions already seen on the Gandini's Lamboghini Urraco. The car is a love/hate thing and turned out as one of the most underrated Ferrari ever. The car here pictured is the reduced version of the model, a Dino 208 GT from 1976, a model specifically designed for the Italian market, where the 3 liters original engine has been reduced to 2 liters to avoid the over-2-litres Italian addictional tax, creating what is commonly known as the smallest v8 engine ever placed in a series car. Nowadays, the value of these cars is rising up after years of oblivion. ——————————————————————– 📸 Reward the #contentcreators 🎈Follow @ciclootto —————– #ciclootto #ferrari #ferrari308 #ferrari308gt4 #italiancars #dino308gt4 #dino208gt4 #dino208 #classiccars #classiccar #petrolicious #valveandpistons #vintagecar #vintagecars #oldcars #carsofintsagram #oldcar #vintage #prancinghorse #v8

A post shared by Ciclo Otto – Car stories (@ciclootto) on

Results – 18.04.2020

01 – @_redtrade_
02 – @boerjappie
03 – @armando.baiano
04 – @eadwigge
05 – @lucibus911
06 – @rem_blt
07 – @marcomakaus
08 – @gserlupi
09 – @autotorino_chile
10 – @classiccarsandthecity
11 – @random_cars_photos
12 – @1fratanti
13 – @yann_jules
14 – @1kenoo
15 – @arthur.aronica
16 – @valippo1
17 – @remichanics
18 – @simoingra_93
19 – @carsoftheweezenhof
20 – @guilledn
21 – @vricantonio
22 – @kammax66
23 – @mah.louis
24 – @ginoalfetta
25 – @ro.casp
26 – @40dhla
27 – @fulviadriver
28 – @abmotors_ch
29 – @salvador.lopez.vg82
30 – @goodoldminorcars
31 – @moyig27
32 – @andrea_x91
33 – @guti_classics
34 – @francesco.menichetti
35 – @matteob24
36 – @chicane500
37 – @cesargrau_cars
38 – @therealemmanuelspencer
39 – @photographybyhsd

<b>Strade bianche, vino rosso 2019</b>

Strade bianche, vino rosso 2019

Il concorso d’eleganza dinamico

E’ sicuramente una denominazione azzeccata quella dello “strade bianche, vino rosso”. Un concorso d’eleganza vero e proprio, in cui sono presenti vetture che spesso particolari, viste raramente anche nei principali raduni storici. La presenza inoltre di collezionisti d’eccellenza dona all’evento un particolare fascino.

Qualità

La scelta della Scuderia Clemente Biondetti è sempre chiara: poche vetture ma di qualità elevatissima. A partire dalla Alfa Romeo 6C 1750 SS Zagato datata 1929, una vettura conservata ed originale appartenente alla collezione Masini, che è stata poi protagonista giusto un paio di settimane dopo l’evento, ad Auto e Moto d’Epoca a Padova nello stand del registro Italiano Alfa Romeo.

Splendida inoltre la Convair, barchetta inglese pezzo unico, portata all’evento da un’equipaggio tutto al femminile e l’Alfa Romeo 1900 Cabriolet Pininfarina, rara realizzazione su base 1900, vincitrice del premio assegnato dal comune di Impruneta.

I collezionisti di grido

Aurelia B20 GT - Stefano Ricci Collection
Aurelia B20 GT – Stefano Ricci Collection

Oltre al già citato Masini, ingresso trionfale per Stefano Ricci. Lo stilista, presente all’evento ha portato due eccellenze, con Aston Martin DB4 carrozzeria Touring e una meravigliosa Alfa Romeo B20 GT dall’interessante storia agonistica.

Tra le splendide vetture presenti, posto d’eccezione per la Ferrari 250 MM 1953, eletta best in show e la Cisitalia 202 Berlina, acclamata e presente anche all’edizione dello scorso anno.

Per concludere, ecco la fotogallery dell’edizione 2019

« 1 di 2 »
<b>Auto e Moto d’Epoca – Padova</b>

Auto e Moto d’Epoca – Padova

Oltre 130.000 visitatori

Un altro anno di crescita per Auto e Moto d’Epoca a Padova che si conferma, alla 36 esima edizione come una delle fiere polarizzanti del motorismo storico Italiano e europeo.

Le novità

Lancia 037 Olio Fiat Scuderia Grifone - Girardo & C
Lancia 037 Olio Fiat Scuderia Grifone – Girardo & C

Tra le solite polemiche sul caro biglietti (45 euro il giovedi’, giornata per gli addetti ai lavori e per gli acquirenti) e sui costi delle vetture, al solito denunciati come troppo alti, la fiera mostra invece i muscoli con una rinnovata presenza, soprattutto straniera, di espositori e acquirenti.

Molto importante la new entry di Girardo & c. che qui a Padova ha portato una bellissima Lancia 037 nella mitica livrea Olio Fiat del Team Grifone, insieme al mezzo assistenza, una Fiat 131 con gli stessi colori, oltre ad una spettacolare Alfa Romeo Tipo 33 TT 2, l’ultima Alfa ad aver corso la 24 ore di Le Mans.

Maserati 4 CLT Ex-Fangio
Maserati 4 CLT Ex-Fangio

Non da meno gli altri espositori tra cui segnalo in particolare lo stand di Hodlmayr, dealear Austriaco, che dopo aver portato lo scorso anno una Siata Coupé e una eccellente Iso Grifo, quest’anno ha esposto alcune splendide Maserati tra cui una 4CLT, racer pilotata da Juan Manuel Fangio.

La mostra Ferrari

Ferrari 166 MM Ex-Agnelli - Esposizione "le Rosse in abito da corsa"
Ferrari 166 MM Ex-Agnelli – Esposizione “le Rosse in abito da corsa”

Molto bella la mostra di barchette Ferrari, con pezzi unici come la Ferrari 166 MM ex Gianni Agnelli, anche se l’esposizione, curata da Aci Storico è stata meno emozionale di quanto ci si potesse aspettare.

Non so spiegare le sensazioni, ma sarà stato l’allestimento o le luci, ma speravo di esserne coinvolto in maniera maggiore. Sensazioni comunque che devono lasciar spazio all’obiettività. Le barchette Ferrari esposte erano un vero sogno.

Asta Finarte

Molta attesa per l’asta Finarte in cui, nell’anteprima, avevamo evidenziato le 3 regine.

La vettura più preziosa, l’Alfa Romeo 6C 2500 Cabriolet Pininfarina è stata assegnata per oltre 600.000 euro, mentre è uscita invenduta la “barn-find” la Maserati 3500 GT ex-Fangio che secondo Finarte avrebbe potuto spuntare 400.000 euro. Un modello identico e restaurato senza il blasonato ex-possessore era in asta con una stima di ben 100.000 euro inferiore: il potere del pedigree non ha funzionato.

Invenduta anche la nostra preferita, la Cisitalia 202 SC Cabriolet.

La curiosa presenza del Ferves-Ranger e l’egemonia straniera

Uno degli innumerevoli Ferves Ranger in vendita
Uno degli innumerevoli Ferves Ranger in vendita

Difficile fare una liste delle vetture più interessanti, che comunque trovate nella gallery qui sotto. Molto belle alcune realizzazioni su base Fiat, ricordo di un passato forse troppo lontano dei maestri carrozzieri italiani.

Molto curioso il fiorire di vetture Ferves Ranger in vendita. La motivazione? Sicuramente l’exploit di Pebble Beach dove uno dei piccoli fuoristrada/spiaggina derivati dalla Fiat 500 aveva spuntato quasi 200.000 dollari. Una voglia di emulazione che non credo abbia fornito i risultati sperati.

La sensazione è che comunque, la vera qualità nelle vetture esposte e in vendita sia venuta in gran parte dai vendor stranieri. Molte, moltissime, com’è giusto che sia, le Alfa Romeo e Fiat in vendita.

Vantaggio per la buona possibilità di scelta per chi aveva puntato sui classici italiani, un po’ meno per la varietà dell’esposizione comunque straordinaria per la quantità di auto presenti.

Le proposte dei club: un’eccellenza italiana

Alfa Romeo Giulietta SZ Zagato - Stand VCC Padova
Alfa Romeo Giulietta SZ Zagato – Stand VCC Padova

In tutto questo si distinguono invece le esposizioni dei Club, con alcune selezioni di vetture (in particolar modo quella del Veteran Club Padova che onorava Zagato) che si distinguevano per la splendida presenza di one-off e vetture di alto rango.

Buona la presenza delle case ufficiali, con l’esordio fragoroso di Seat, che curiosamente ha festeggiato l’Ibiza ma pare essersi scordato completamente di tutto l’heritage precedente legato a Fiat.

In ogni caso, al solito, un grazie a Auto e Moto d’Epoca e un arrivederci al prossimo anno con la nostra, necessariamente parziale visto il numero di auto presenti, fotogallery

« 1 di 2 »
<b>Anteprima Auto e Moto d’epoca – Padova</b>

Anteprima Auto e Moto d’epoca – Padova

L’evento dell’anno?

Siamo nel pieno della settimana di Auto e Moto d’Epoca a Padova, la più importante manifestazione fieristica nazionale insieme a Torino (febbraio) e Milano (fine novembre). E mentre gli espositori sono già al lavoro per l’apertura di giovedi’ (prima giornata di anteprima della fiera) vediamo cosa promette quest’anno l’esposizione dalla fiera di Padova

Le “barchette” Ferrari

Ferrari 375MM Barchetta Pininfarina (1953) - Immagine di Auto e Moto Epoca - Padova
Ferrari 375MM Barchetta Pininfarina (1953) – Immagine di Auto e Moto Epoca – Padova

Vale la pena partire dall’esposizione “Barchette Ferrari: le auto che hanno creato il mito”. Un’esposizione esclusiva allestita nell’Area ACI, padiglione 3, che esporrà alcune splendide barchette del cavallino, partendo proprio da quella Ferrari 166 Mille Miglia carrozzata Touring datata 1950 ex-Gianni Agnelli, la vettura da cui nacque il termine barchetta, coniato da Agnelli per descrivere quella vettura da corsa. Se la 166 è la partenza, il traguardo della mostra sarà proprio l’ultima nata del cavallino, la Monza SP, la nuova barchetta della serie “icona”, proprio ispirata alle barchette anni 50.

I gioielli all’asta per Finarte

Cisitalia 202 SC Spider (1948) - Verona Legend Cars 2019
Cisitalia 202 SC Spider (1948) – Verona Legend Cars 2019

Novità quest’anno per l’asta di auto classiche che ogni anno raduna gli appassionati in cerca di vetture di grande prestigio. L’asta di quest’anno è organizzata da Finarte, che prende il posto di Bonhams come organizzatore e battitore. Nei 55 lotti in asta sono presenti alcune splendide vetture, tra cui una delle preferite di Ciclo Otto, una Cisitalia 202 Gran Sport (lotto 8) nella rara versione cabriolet Stabilimenti Farina, datata 1948 e già vista pochi mesi fa in esposizione a Verona Legend Cars, nella mostra “I cento miti”. Di valore ancora maggiore (con una stima che si aggira tra i 700 e gli 800.000 euro) una Alfa Romeo 6C 2500 del 1947 (lotto 14), anch’essa in versione Cabriolet realizzata da Pinifarina, 50esima assoluta alla Mille Miglia del 1949.

Per chiudere con Finarte, la proposta più spiazzante dell’asta. Maserati 3500 GT Carrozzata Touring (lotto 24), vettura utilizzata da Juan Manuel Fangio nei suoi soggiorni in Italia, come tester e ambasciatore Maserati. La vettura in questione si trova in condizioni da “barn-find” essendo rimasta per anni in stato di semi abbandono presso gli stabilimenti Maserati, dove Fangio la lasciò parcheggiata. Quotata sui 500.000 euro è uno dei lotti più attesi dell’evento.

I gioielli dei Club

Alfa Romeo 6c 1750 SS Spider Zagato - RIAR - Immagine da Auto e Moto Epoca
Alfa Romeo 6c 1750 SS Spider Zagato – RIAR – Immagine da Auto e Moto Epoca

Se le proposte “istituzionali” tra mostre e aste sono esaltanti, anche le esposizioni dei club non sono da meno. Grande attesa per lo stand del RIAR, il Registro Italiano Alfa Romeo che esporrà l’Alfa Romeo 6C 1750 SS Spider Zagato (1929) dal glorioso passato sportivo, vettura conservata con una stupenda “patina”

Fiat 1500 6C Berlinetta Touring
Fiat 1500 6C Berlinetta Touring

Il Registro Italiano Touring che esporrà una curiosa Fiat 1500 6C Berlinetta Superleggera, modello raro e devo dire, personalmente mai visto, dotato del il frontale a “prua chiusa”. Vettura singolare che non vediamo l’ora di incontrare

Informazioni e ingressi

Con tutta questa carne al fuoco (e senza considerare tutto quello che i commercianti e gli altri club porteranno in fiera), non resta che riepilogare le date.

Auto e Moto d’Epoca – Fiera di Padova. 24-27 Ottobre 2019. Orari: Gio 24 (anteprima) 9.00 – 18.00 – Ven 25-Sab 26-Dom 27 (9.00 – 19.00). Asta Finarte, Venerdi 25 Ottobre 14.30

<b>La festa dell’auto classica: Auto e Moto d’Epoca Padova</b>

La festa dell’auto classica: Auto e Moto d’Epoca Padova

Sorprendersi. Ebbene si, ci si può ancora sorprendere ad un evento di auto d’epoca. E’ probabilmente questo l’aspetto che più affascina di Auto e Moto d’Epoca a Padova, un luogo dove è ancora possibile rimanere interdetti, spiazzati dalle vetture in mostra.

Crescita costante

Lancia Delta Integrale HF - Safari Rally '88
Lancia Delta Integrale HF – Safari Rally ’88

Sono ben 120.000 i visitatori di quest’anno, una crescita costante di interesse e pubblico, in particolar modo per le giornate di giovedi’ e venerdi’.
Non è un caso che, nonostante il costo piuttosto salato del biglietto (ben 45 euro per l’anteprima di giovedi’) il pubblico non si sia fatto scoraggiare. Per esperienza diretta, il fenomeno #amde attrae così tanto pubblico da rendere un po’ caotica la visita nel weekend (siamo stati presenti anche sabato ed è stato complicato realizzare alcuni scatti delle vetture).
E se da un lato chi voleva fare un “affare” in fiera si è sicuramente mosso per tempo, le presenze del fine settimana hanno testimoniato l’estremo amore del pubblico italiano ed estero (presente in maniera massiccia quest’anno) per il mondo delle auto classiche.

L’asta di Bonhams: un successo calibrato sull’Italia

Ferrari 250 GT 1960 Bonhams Auction - Padua
Ferrari 250 GT 1960

Particolare soddisfazione per l’asta di Bonhams con un gran numero di lotti venduti.
Motivo del successo è stata sicuramente l’offerta proposta, direi calibrata sul mercato italiano, con molte vetture interessanti a cifre “abbordabili” e alcune chicche di grande interesse.
E se la spettacolare Jaguar XK140SE appartenuta ad Anita Ekberg non ha trovato un compratore deciso ad arrivare alla cifra di riserva, successo invece per la vendita dell’elegantissima Ferrari 250 GT Seconda serie (1960), che ha trovato un facoltoso compratore disposto a sborsare oltre 500.000 per accaparrarsi l’opera d’arte di Maranello.

Club e case ufficiali: auto bellissime e approfondimenti

Lancia Stratos Alitalia
Lancia Stratos

La presenza, sempre più massiccia delle divisioni heritage delle case ufficiali ha permesso l’esposizione di pezzi rari e unici, che hanno dato occasione di ammirare vetture inconsuete e preziose.
Un particolare grazie al club ACI Storico e alla mostra “The Rally Experience”. Vedere, una accanto all’altra un tal numero di icone del mondo rallistico degli anni 70-80-90 non capita tutti i giorni ed ha evocato, specialmente in chi vi scrive, ricordi e sensazioni di un tempo passato che rappresenta un periodo storico nella storia motoristica del nostro paese.

Il mercato dei privati

Siata Daina 140 S - 1952
Siata Daina 140 S – 1952

Croce e delizia. Croce per la famosa querelle dei prezzi, che in molti giudicano troppo alti (ricordiamoci però che si tratta di incontro di domanda e offerta) nonostante la massiccia presenza di cartelli “SOLD” appiccicati anche su vetture non proprio “economiche”, delizia per il fatto che quella di Padova è la vetrina ideale per la vendita.

E qui ritorniamo al sorprendersi: trovare una Fiat-Abarth Zagato Sestriere, una delle 25 prodotte, non è cosa da tutti i giorni. Come non innamorarsi poi della Siata Daina 140 S Coupé Bertone in livrea bianco nera presentata da Hoedlmayr, a nostro parere una delle vetture più belle di tutta la manifestazione.  O rimanere interdetti davanti alla “pecora nera” Edsel, presentata da un commerciante nella sezione esterna.

Per descrivere la sensazione, potrei citare la prima visita a Roma, la città eterna. Girando l’angolo non sai quale sorpresa ti attenderà.

2019? La wishlist

Conferenza ASI - Aston Martin DB4
Conferenza ASI – Aston Martin DB4

Concluso il 2018, cosa chiedere per il 2019? Migliorarsi è d’obbligo per un evento che vuole crescere. L’aumento degli espositori (anche privati) è sicuramente un trend da perseguire, ma considererei anche l’aumento degli eventi e delle conferenze. Abbiamo assistito (e pubblicheremo a breve) la conferenza sui 60 anni della Aston Martin DB4  con protagonisti Massimo Meli e Giovanni Bianchi Anderloni, che da sola valeva il prezzo del biglietto. Se da una parte tutti vogliamo più auto, questi approfondimenti rappresentano il valore aggiunto emozionale di una festa che si è rinnovata anche quest’anno.

E per chiudere l’articolo, la nostra, personalissima fotogallery. Oltre 600 scatti, e ne avremmo voluti fare ancora di più , se un maledetto treno non ci avesse riportato a casa. All’anno prossimo, Padova.

« 1 di 24 »
<b>Anteprima Auto e Moto d’Epoca Padova 2018</b>

Anteprima Auto e Moto d’Epoca Padova 2018

E’ settimana di Auto e Moto d’Epoca a Padova. Ciclo Otto sarà presente in Fiera sabato 27 ottobre con Federico a girare per gli stand alla ricerca delle auto più interessanti.

Vediamo, dai programmi della 4 giorni padovana (25-28 ottobre), gli appuntamenti più interessanti

Le case ufficiali e le auto esposte

Lancia Delta Integrale Safari 1988
Lancia Delta Integrale Safari ’88

Sempre più nutrito il numero di case ufficiali ad esporre i propri pezzi pregiati alla kermesse di Padova. FCA Heritage, presente in forze esporrà tra le altre una pregiata Fiat S61 Gran Prix del 1908 e per gli appassionati di rally, la Lancia Delta HF Integrale Safari di Miki Biasion, vincitrice al Safari Rally 1988. Infine, una chicca per intenditori, la Maserati 420/M/58, soprannominata Eldorado, vettura del Tridente anno 1958, che deve la sua fama alla sponsorizzazione dei gelati Eldorado, uno dei primi esempi europei di sponsorizzazione diretta di un’auto da corsa da parte di un brand non automobilistico.

Porsche, che continua i festeggiamenti dei 70 anni del marchio, presenterà una Porsche 911 SC/RS, versione rarissima della RS, protagonista anche al Safari Rally

Per gli appassionati di rally, da non perdere lo stand Aci storico che esporrà una ricca selezione di auto 80/90 comprese Delta S4 e Audi Quattro

Asta di Bonhams

Ferrari 250 GT IIa Serie 1960 - Bonhams
Ferrari 250 GT IIa Serie 1960 – Bonhams

Sabato 27, a partire dalle 14.30, si rinnova l’appuntamento con Bonhams. che organizza l’asta di auto d’epoca. La selezione di vetture è visibile dal sito Bonhams, ed è, direi, calibrata sul contesto italiano. Molte vetture interessanti sui 60 lotti all’incanto con ben 44 vetture con quotazioni inferiori ai 100.000 euro, con offerte che vanno dalla Fiat 500 L 1969 con stima di 10.000 euro, ad una splendida Ferrari 250 GT seconda serie 1960 , stimata ad oltre 600.000 euro

Conferenze ASI

Lato conferenze, segnaliamo con piacere, nello stand ASI, l’appuntamento di sabato 27 ottobre ore 11.30 con Massimo Meli e Giovanni Bianchi Anderloni che discorrannno di Aston Martin DB4, a 60 anni dalla presentazione.

I compleanni eccellenti

Porsche 911
Porsche 911

Come già successo in tutti i saloni dell’anno, partendo da Automotoretrò e Modena Motor Gallery, grande spazio al ricco elenco di compleanni eccellenti del 2018, partendo da Citroen, con i 70 anni della 2CV (verrà esposto uno dei primi modelli anni ’50) e Mehari, la spiaggina con carrozzeria di plastica che festeggia 50 anni.

Sempre per la Francia, Peugeot festeggia i 50 anni di una creatura Pinin Farina, l’ iconica 504.

Già accennato, ma quasi scontato, il riferimento a Porsche, per i 70 anni del marchio, uno degli eventi motoristici più celebrati del 2018