Fiat 1100 TV Coupé Pininfarina (1954)

The Classic Car Challenge (#tccchallenge) results for the Fiat 1100 TV Coupé Pininfarina (1954) game!
Join the game on the @ciclootto Instagram Stories

View this post on Instagram

Dolce Vita "Fuoriserie" #Ciclootto 🏁 Classic cars 📍Own photos. Share with care. 〰️〰️〰️〰️〰️〰️〰️ In the long list of the 1950s Italian "Dolce Vita" fuoriserie made from Fiat basis, this Fiat 1100 TV Coupé has its own spot as being one of the most famous version, crafted by Pininfarina. A great match between style and performance (these were good performers in races) for a group of cars clearly influenced by the US cars' style with lots of chrome parts that, after all, on this body don't look too showy. This 1954 car mount a standard back window while in later productions these car has been equipped with a panoramic window similar to the one seen on the Alfa Romeo 1900 CSS. Needless to say that this one looks fantastic with the silver opaque color. On my notes of these shots (from @autoemotodepocapadova fair), I've written a price request up to 160k euros. Huge for a Fiat 1100, but quite justified by the quality, the style and the rarity of these cars, produced (in two series) in only 127 pieces. 〰️〰️〰️〰️〰️〰️〰️〰️〰️〰️〰️〰️ #fiat #fiat1100 #pininfarina #pininfarina #turismo #fuoriserie #oneoff #italy #italianstyle #ciclootto #classiccar #classiccars #vintage #petrolhead #petrolheads #classiccarlover #retrocars #classiccaroftheday #autodepoca #classiccardaily #rarecars #luxurycars #chrome #millemiglia #dolcevita #clasico #1950s #1950sfashion

A post shared by Ciclo Otto – Car stories (@ciclootto) on

Results – 01.07.2020

01 – @_redtrade_
02 – @40dhla
03 – @gianfranco6791
04 – @fede_galle
05 – @niekloog
06 – @salvador.lopez.vg82
07 – @ginoalfetta
08 – @yann_jules
09 – @valippo1
10 – @gabotosi
11 – @armando.baiano
12 – @pablorivas6588
13 – @kammax66
14 – @therealemmanuelspencer
15 – @cesargrau_cars
16 – @itsrafworld
17 – @andrea_x91
18 – @vricantonio
19 – @ro.casp
20 – @marcomakaus
21 – @1fratanti
22 – @twilightdivewatches
23 – @parked_in_sydney
24 – @francesco.menichetti
25 – @gf27photos
26 – @marcello_sedicivalvole
27 – @postmarogier
28 – @salvatorelizio04
29 – @curvimotors

<b>Mille Miglia Low Cost</b>

Mille Miglia Low Cost

La Mille Miglia è la corsa storica per eccellenza e una delle rievocazioni di gare automobilistiche con regolamento di partecipazione più rigido, contemplando vetture prodotte dal 1927 al 1957, data dell’ultima edizione. Nella selezione viene inoltre preso in particolare considerazione oltre alla conformità dell’auto il palmares storico/sportivo e non ultimo, l’aver partecipato alla corsa della “Freccia Rossa” nelle sue edizioni storiche.

Budget milionario? Non necessariamente

Fiat 1100 E (1952) - Mille Miglia
Fiat 1100 E (1952) – Mille Miglia

Inaccessibile quindi senza avere un budget milionario? Teoricamente no. Partendo da un costo di iscrizione pari a 8.000 euro + iva (edizione 2018) e la possibilità di noleggiare una vettura storica dai vari noleggiatori/collezionisti (a cifre chiaramente adeguate alla vettura richiesta) è comunque possibile partecipare alla “corsa più bella del mondo” con l’acquisto di vetture molto più alla portata dell’appassionato medio rispetto alle varie Mercedes, Ferrari e Aston Martin spesso immortalate nel percorso tra Brescia e Roma.

Quindi, supponendo di voler correre la MM, avere budget ridotto e patentino CSAI (requisito necessario alla partecipazione) vediamo quali sono le possibili vetture low-cost eleggibili, considerando che comunque il numero di richieste di iscrizione alla corsa è enorme rispetto al numero di equipaggi ammessi e che quindi non è semplice accedere pur avendone tutti i requisiti.

Piccole Fiat alla riscossa

Fiat 500 C Topolino alla Mille Miglia 2017
Fiat 500 C Topolino – Mille Miglia 2017

Paese ospitante e casa della Mille Miglia, l’Italia e  le sue auto sono la scelta naturale per la gara. Il quantità di vetture eleggibili è particolarmente alta visto che molte hanno partecipato alle edizioni storiche e per questo hanno maggiori possibilità di ammissione.

Sono eleggibili Mille Miglia una serie di vetture insospettabili, tra cui le Fiat Topolino (A, B, C), ma anche delle modeste Fiat 600 prima serie, che possono essere comunque una buona scelta.

Sempre per Fiat, altra ottima opportunità è rappresentata dalle Fiat 1100E e dalle successive 1100/103 che con quotazioni nell’ordine dei 15.000 euro permettono di poter aspirare alla partecipazione.

Rimanendo in Italia, un’ulteriore opportunità è rappresentata da Lancia. Le Ardea possono essere una buona scelta, dato che mantengono quotazioni non esorbitanti, da preferirsi alle sorelle maggiori Aprilia, più costose e probabilmente più datate.

Fuori dall’Italia: Mercedes, Saab, Rover e tanta Francia

Simca Aronde (1953) - Mille Miglia
Simca Aronde (1953) – Mille Miglia

Non solo italiane low-cost. Molto si può fare con vetture estere. Consigliabili in questo senso, anche per affidabilità, possono essere le Mercedes anni ’50, in particolare le vetture con carrozzeria Ponton 180 e 220, che hanno costi abbordabili e sono considerate affidabili.

Spostandoci in Francia, buone opportunità vengono dalla Renault 4CV, una delle possibili partecipanti dal costo minore insieme alle Simca Aronde. Volendo puntare più in alto è possibile optare per le prime serie della Citroen DS. Una DS 19 eleggibile può essere trovata con un po’ di fortuna ad un prezzo inferiore ai 30.000 euro.

Spostandoci più lontano le Saab 92/93 con quotazioni nell’ordine dei 15.000 euro possono rappresentare una buona scelta a basso budget, come le Rover P4 acquistabili a cifre similari e forse preferibili per affidabilità.

Le possibilità di partecipare alla “Freccia Rossa” in versione low cost non mancano. Senza dimenticare che queste vecchie signore hanno spesso bisogno di cure sul percorso e un mettere un po’ di assistenza in conto è altamente auspicabile…..

 

<b>Arezzo Classic Motors. Le auto classiche scaldano i motori</b>

Arezzo Classic Motors. Le auto classiche scaldano i motori

I locali fieristici di Arezzo sono stati il teatro della ventesima edizione dell’Arezzo Classic Motors, la prima fiera italiana di settore dell’anno.

Sempre molti gli espositori per la mostra/scambio di ricambi auto/moto e degna di nota anche la sezione dedicata al modellismo, con una bella selezione di espositori a presentare le realizzazioni e per lo scambio di pezzi.

Parlando di vetture tra le varie proposte in esposizione o vendita, la parte del leone era fornita dalle vetture dello stand del Club Saracino, che in onore al passaggio della Mille Miglia 2018 esponeva la splendida Fiat 1100 S MM Berlinetta Motto (già ammirata lo scorso anno alla Firenze-Fiesole-Firenze) e una splendida Porsche 550 ARS ex-Maglioli, vetture queste che da sole valevano il prezzo del biglietto, pari a 12 euro (cifra che ha raccolto qualche critica da alcuni appassionati ma coerente considerando la quantità di espositori soprattutto per la sezione ricambi).

Fiat 1100 S MM Berlinetta Motto
Fiat 1100 S MM Berlinetta Motto
Fiat 1100 VT Coupè Pininfarina
Fiat 1100 TV Coupè Pininfarina

Chi era venuto per ammirare o fare acquisti di auto classiche ha trovato una discreta offerta, ma chiaramente imparagonabile con quella di fiere più grandi. Non per questo non erano presenti vetture di assoluto pregio, in grado di saziare i palati più fini. Le nostre preferite, sicuramente la Fiat 1100 TV Turismo Veloce, esemplare splendido, la Lancia Beta arancione “Gente Motori” della Capo Spartivento-Capo Nord), già protagonista di alcune feature, ed infine l’intero stand del Registro Italiano Fiat con 500, 600, una splendida 2300 Coupè S e una 131 Rally Abarth arancio che faceva la gioia dei nostalgici dei rally made in Fiat/Lancia.

Grandi assenti dell’esposizione Ferrari e Lamborghini. A memoria, nessun modello dei due marchi sportivi era presente, eccezion fatta per la sportivissima Huracan della Polizia di Stato, presente all’evento con alcune interessanti auto di servizio anni 50-60 (Fiat 1100 “musone”, 600 multipla e Alfa Romeo 2600 Sprint).

Simca Aronde Monthlery Speciale 1962
Simca Aronde Monthlery Speciale 1962

Menzione particolare (ma questa è una nostra debolezza) per lo stand di Chianucci SIMCA, con una bellissima Aronde serie speciale Monthlery, una bella 1300 e molte 1000 rallye.

In definitiva un bell’appuntamento in Arezzo, con una bella affluenza di appassionati. L’ideale per scaldare i motori in vista della grande stagione dell’auto classica.

Ecco gli scatti dell’Arezzo Classic Motors nella nostra fotogallery

« 1 di 4 »