<b>Modena Motor Gallery 2019</b>

Modena Motor Gallery 2019

Il ritorno nella Motor Valley

Ritorniamo a Modena per la Modena Motor Gallery con il buon ricordo dello scorso anno. Una manifestazione di dimensioni più contenute rispetto ai grandi “classici” italiani, in primis Padova e Torino, ma per certi versi più godibile e meno esasperante sia per quantità di vetture esposte che per qualità-

Celebrazione De Tomaso

Ben 60 anni sono passati dalla nascita della De Tomaso Automobili e Modena non ha peso l’occasione di mostrare un’interessante retrospettiva di vetture.

Ford Cortina De Tomaso GT 1500 MkII
Ford Cortina De Tomaso GT 1500 MkII

Diversi esemplari di Pantera esposti, a cui faceva da capofila una delle prime vetture “realizzate” da De Tomaso, una Ford Cortina GT 1500, parte di un gruppo di vetture realizzate in pochissimi esemplari in parallelo alla produzione della prima vettura stradale di Alejandro, la Vallelunga (anche lei motorizzata Ford Cortina).

I Musei e i 40 anni di stile italiano 1950-1990

All’interno dei padiglioni, particolarmente interessante l’iniziativa “40 anni di stile italiano”

Lamborghini 400 GT - Modena Motor Gallery 2019
Lamborghini 400 GT – Modena Motor Gallery 2019

Esposte dieci vetture di altissimo profilo stilistico tra cui Lamborghini 400 GT e Miura S (direttamente dal Museo Ferruccio Lamborghini), Ferrari 275 GTS, Bugatti EB 110 e modelli più “esotici” come una rarissima Bandini GT Zagato o la OSCA 1600GT2 Carrozzata da Fissore, vetture che raramente si incontrano anche in raduni di più ampia portata.

Le preferite di Ciclo Otto

Per quanto ci riguarda, le preferite della manifestazione sono due vetture di nicchia, presenti nella sezione commercianti.

Fiat 600 Coupé Viotti
Fiat 600 Coupé Viotti – Modena Motor Gallery 2019

Una rara Fiat 600 Coupé Viotti, piccola, rossa e interessante ed una Fiat 1100E Cabriolet Carrozzeria Monviso, un incontro davvero inusuale anche per chi frequenta spesso, come me, il mondo delle storiche.

Raduni, regolarità e Rally Passion

Pochi, ma comunque degni di nota gli eventi collaterali con una prova di regolarità dimostrativa nel padiglione esterno, i raduni Autobianchi e Hot Rod nei piazzali dei ricambisti (sempre molto frequentati).

Lancia Aprilia
Lancia Aprilia impegnata nella prova di regolarità – Modena Motor Gallery 2019

Molto bella la sezione Rally Passion con la storia dei rally rappresentata da Lancia 037, Stratos, Delta Integrale e ancora Ford Sierra Cosworth, Renault R5 Turbo e Kadett GT/E

Un grazie a Modena Motor Gallery e un arrivederci alla prossima edizione

 

 

<b>Le chicche della Modena Motor Gallery 2018</b>

Le chicche della Modena Motor Gallery 2018

Distinguersi

In un panorama di eventi compresso, con manifestazioni storiche praticamente settimanali (se non sovrapposte), la Modena Motor Gallery, arrivata alla sesta edizione, cerca di distinguersi per la proposta di tematiche ed eventi, riuscendo a sorprendere per la qualità degli eventi.

Tributo Abarth e Ferrari

Auto Avio Costruzioni 815
Auto Avio Costruzioni 815 – La “prima” Ferrari

Cuore dell’esposizione di quest’anno la retrospettiva su Karl Abarth con una selezione di bellissime vetture sia stradali che racing, con la chicca della Fiat-Abarth 750 Spider Allemano a fare da apripista a un’esposizione di capolavori eccezionale compresa la splendida barchetta firmata da Arturo Merzario.

Accanto all’esposizione Abarth, l’interessante sala dedicata ad Enzo Ferrari, con video proiezione di filmati inediti e testimonianze su Enzo Ferrari. E come ciliegina sulla torta, al centro della sala, si sono alternate nei due giorni di esposizione due pezzi unici: la Ferrari 195/212 Inter Vignale della collezione  Camellini e la splendida Auto Avio Costruzioni 815, prima vettura costruita da Ferrari (che al tempo non poteva dare alle proprie vetture il suo nome per l’embargo impostogli all’uscita dalla scuderia Alfa Romeo).

Non sono inoltre mancati incontri e approfondimenti su vari temi del motorismo, apprezzati dal pubblico più tecnico e in cerca di approfondimenti tematici.

Le chicche: i privati e il raduno A112

Altre chicche sono venute dalle esposizioni di club, privati e commercianti. Per rimanere in tema, in  vendita (oltre 150.000 euro) una Fiat-Abarth 750 Record Monza Zagato, e un’interessante Citroen Dyane 6 4×4 con 2 motori. In esposizione, tra le altre, la splendida Lamborghini Countach LP 400 “Periscopica” viola, protagonista su Ruoteclassiche di Marzo 2018, accreditata come una delle due prodotte da Lamborghini in questo colore.

Fiat-Abarth Zagato 750 Record Monza
Fiat-Abarth Zagato 750 Record Monza

A chiusura dell’evento, nel pomeriggio di domenica, l’arrivo del raduno Autobianchi con una moltitudine di A112 a dividersi il parco esterno della fiera di Modena.

In conclusione, confrontando gli eventi simili incontrati nel corso dell’anno, la Modena Motor Gallery si è ritagliata un suo spazio e dimensione, dandoci, come Ciclo Otto, la voglia di tornare per la prossima edizione.