<b>Arezzo Classic Motors 2019 – Nel segno della continuità</b>

Arezzo Classic Motors 2019 – Nel segno della continuità

Come da tradizione, Arezzo Classic Motors apre la stagione dell’auto classica italiana. L’evento aretino, che dedica molto spazio alla ricambistica, ospita due interessanti padiglioni alle auto classiche, con un piccolo spazio esterno dedicato ai commercianti. In questa edizione del 2019 si conferma come un evento interessante con alcune esposizioni tematiche degne di nota.

Vediamo quali sono state le cose più interessanti della fiera toscana

Registro Storico Fiat e i 30 anni della Ritmo

Fiat Ritmo Cabrio 70S
Fiat Ritmo Cabrio 70S

All’ingresso del primo padiglione auto, la gradita accoglienza del Registro Storico Fiat, che presentava, oltre ad un a bellissima Fiat 1500 6C, una splendida selezione di Fiat Ritmo, vettura ceh nel corso del 2018 ha festeggiato i suoi primi 30 anni.

In esposizione 5 vetture,  dalla 65CL base, fino alla 130TC seconda serie, passando per le versioni cabrio e Turbo Diesel.

Un’interessante retrospettiva per una vettura che, seppur dal limitato valore collezionistico, ha un posto nel cuore di tanti automobilisti.

Le “Gemelle diverse”

Fiat Dino Coupé - Spider
Fiat Dino Coupé – Spider

Più interessante la mostra “Gemelle diverse” organizzata dal Club Saracino, che ha presentato un’interessante esposizione di vetture accomunate dalla stessa meccanica, declinata in carrozzerie differenti. Il caso forse più interessante, oltre alla splendida accoppiata di Abarth 1000 affiancate (due estremi, dalla Barchetta agonistica alla coupé Record Monza di Zagato), è stato il confronto fra le Fiat Dino Coupé e Spider, con la prima disegnata da Bertone e la seconda creata dalla mano di Pininfarina.

Sicuramente un’idea e un’esposizione che ha catturato l’interesse del pubblico e che è stata l’evento clou della due giorni di Arezzo

Proposte dei commercianti

Austin Healey 3000
Austin Healey 3000

La sezione dei commercianti ha presentato un discreto numero di vetture, con prezzi medi. Come da tradizione, interessantissima lo stand di Chianucci che ha mostrato un gran numero di vetture Simca, tra cui una bellissima 1200 S Coupé, vettura realizzata da Bertone, offerta a 29.000 euro, una Simca 1301 Break e un gran numero di Simca 1000 in versione Rallye 2 e 3.

Nella sezione esterna della fiera, tra vetture più o meno anonime, spiccava una Austin-Healey 3000 BN7, una mosca bianca nel parcheggio esterno, in vendita a 58.000 euro.

Per chiudere, come sempre, la nostra super gallery di immagini dalla fiera. Al prossimo anno Arezzo

« 1 di 4 »

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *